SICUREZZA PER L'ACCESSO DEI VENDOR REMOTI

Proteggere e isolare l’accesso remoto e osservare con attenzione le attività

Molte terze parti, tra cui vendor, collaboratori, consulenti e service provider, dispongono di accesso autorizzato alle reti che consente loro di cambiare, alterare o modificare il servizio operativo delle organizzazioni target. Questo accesso è un accesso privilegiato e deve essere oggetto di misure di protezione uguali (o superiori) a quelle applicate per l’accesso degli utenti privilegiati interni. Le organizzazioni, invece, si adoperano per proteggere solo le loro reti ma spesso trascurano i controlli di sicurezza dell’accesso remoto che possono essere utili per proteggere l’accesso di terzi agli account privilegiati. Questo genera un anello debole nella sicurezza, proprio quello che molto spesso viene sfruttato dagli attaccanti per ottenere un accesso potente alla rete.

La soluzione Privileged Access Security di CyberArk offre controlli di accesso remoto che includono la protezione proattiva delle credenziali, l’isolamento delle sessioni privilegiate e il rilevamento in tempo reale, la generazione di avvisi in caso di comportamento sospetto. Questa straordinaria combinazione di soluzioni di sicurezza per l’accesso remoto è progettata per mitigare il rischio che gli attaccanti sfruttino l’accesso remoto di utenti terzi per accedere all’organizzazione. Implementando questa soluzione di sicurezza per i vendor, l’azienda può collaborare in modo efficiente con utenti esterni mantenendo gli stessi standard di sicurezza nell’intera organizzazione.

Vantaggi principali:

  • Ottenere visibilità delle sfide insite nel controllo dell’accesso remoto attraverso la scansione della rete e l’identificazione degli account privilegiati utilizzati da vendor di terze parti
  • Affidare all’IT il controllo e la gestione dell’accesso remoto archiviando tutte le password e le chiavi in un digital vault sicuro
  • Ridurre il rischio che le credenziali dei vendor remoti finiscano nelle mani sbagliate attraverso la rotazione sistematica e l’implementazione di controlli di accesso per gli utenti remoti
  • Impedire che il malware proveniente dall’endpoint di un vendor remoto o di un utente esterno infetti la rete attraverso l’implementazione dell’isolamento delle sessioni usando un jump server
  • Prevenire la compromissione delle credenziali dovuta al keylogging del software e a comportamenti rischiosi nella gestione delle password non rendendo mai note le password all’utente finale
  • Rilevare rapidamente le attività sospette o dannose attraverso il monitoraggio di tutte le sessioni con un unico punto di controllo degli accessi
  • Accelerare i tempi di risposta agli incidenti con avvisi in tempo reale in caso di attività anomale identificate confrontando tutte le attività con una baseline definita di comportamenti tipici
  • Semplificare la sicurezza degli account privilegiati attraverso la gestione della soluzione end-to-end per gli utenti privilegiati interni ed esterni da un’unica piattaforma con creazione e applicazione di policy centralizzate e generazione di report
RESTA IN CONTATTO

RESTA IN CONTATTO!

Rimani aggiornato sulle best practice di sicurezza, gli eventi e i webinar.